16 Giugno 2024

Le tipiche terme giapponesi sono entrate nel nostro immaginario collettivo, e il merito va a film, serie tv e anime. Ciò che noi occidentali spesso non sappiamo è quanto il mondo delle terme faccia parte della cultura di questo lontano Paese. Se volete saperne di più sui viaggi in Giappone dovete assolutamente conoscere la differenza tra Onsen e Ryokan. Continuate a leggere per conoscere cosa identificano questi due termini.

Cosa sono gli Onsen?

Nel nostro incipit abbiamo già parlato degli Onsen, ma di cosa si tratta esattamente? Nella cultura giapponese le sorgenti termali sono un vero e proprio punto fermo nella vita sociale. Onsen è un termine che significa semplicemente “sorgente calda”, ma in giapponese può significare molti contesti differenti, tutti legati dalla presenza di acqua termale calda. Il significato originale fa riferimento a queste sorgenti naturali in cui tutti potevano andare a farsi il bagno. Alcune di essere possono essere visitate ancora oggi.

Si parla di Onsen anche quando si vogliono indicare degli stabilimenti termali, spesso di dimensioni abbastanza contenute. Le strutture sono di solito in legno e rimandano ad un mondo influenzato dalla ruralità. Chi visita il Giappone oggi può trovare anche delle strutture completamente rimodernate, che offrono tutto ciò che ci si aspetta da un centro benessere.

Se le vasche degli onsen sono all’aperto si parla di rotenburo. Sono ottimi per coloro che vogliono vivere l’esperienza di un rilassante e mistico bagno termale osservando intorno a sé la natura giapponese e i suoi indimenticabili paesaggi.

Le regole degli Onsen

Per prima cosa bisogna capire quando si può parlare in maniera legittima di Onsen. Acquisiscono questa denominazione solo quelle terme che hanno una temperatura che non deve scendere sotto i 25°. Inoltre nell’acqua devono essere contenuti degli specifici minerali.

Le vasche sono divise per sesso, ciò significa che all’ingresso del centro termale ci si separa tra uomini e donne, e si va verso lo spogliatoio. Il bagno va fatto senza alcun tipo di indumento, neanche costumi da bagno.

Prima di entrare in vasca viene richiesta una doccia completa. Se da un lato serve a rendere le vasche più igieniche possibili, dall’altro ha motivazioni spirituali, perché così ogni impurità viene lasciata al di fuori da queste acque che hanno un particolare significato spirituale per i giapponesi.

Cosa sono i Ryokan?

Cercando informazioni sugli Onsen presenti lungo i vostri itinerari potreste imbattervi anche nel termine Ryokan. Di cosa si tratta esattamente?

I Ryokan sono delle strutture turistiche, assimilabili ai nostri hotel, che hanno al loro interno degli onsen che possono essere riservati ai loro clienti o fruibili anche da visitatori esterni. Molto dipende da struttura a struttura.

Passare una notte in un Ryokan potrebbe essere un’ottima occasione per toccare con mano l’esperienza tipica degli onsen. I Ryokan spesso offrono una serie di servizi in grado di curare al meglio il cliente, a partire dalla possibilità di assaporare la tipica cucina giapponese.

Sono hotel nel senso più tradizionale del termine, per questo le stanze sono arredate in perfetto stile giapponese, come ad esempio i futon al posto dei classici letti. Molti Ryokan hanno dei giardini privati che si possono visitare liberamente durante il proprio soggiorno.