13 Aprile 2024
cappello-laureando

Il cappello laurea non è solo un simbolo per il raggiungimento di un obiettivo, ma anche un accessorio che ha scritto la storia.

Scopriamo insieme il vero nome, il suo significato e le caratteristiche che deve avere.

Cappello laureando, il vero nome

Il cappello del laureati ha un nome particolare? È il cappello laurea il vero simbolo del raggiungimento di un importante traguardo, conosciuto anche come tocco. Il cappello si presenta con una base rigida quadrata che veste il capo di chi lo indossa, arricchito di un elastico di colore nero all’interno (invisibile).

Tocco è il nome vero del copricapo che si indossa insieme alla toga nera per delle occasioni speciali. È un simbolo non solo per il laureandi, sin dall’età dell’assolutismo viene indossato da avvocati – procuratori e giudici nei Paesi dove vige il diritto continentale.

In Francia, durante l’Ancien Régime, questo accessorio era caratteristico e dava il nome ad una importante carica giudiziara : le président à mortier, nome utilizzato per il tocco dei giudici.

In Italia, questo accessorio è un trend che ha attraversato gli anni. Realizzato con un tessuto di colore nero è composto da una base cilindrica rigida e una parte sottostante morbida. Il tocco è caratterizzato da otto spicchi e un pompon.

Ovviamente, a seconda della sua destinazione d’uso finale, questo accessorio cambia in colore e materiale.

Significato e caratteristiche cappello Laurea

Il cappello laureando ha un uso diverso e, come accennato, può essere ritrovato tra avvocati – magistrati e giudici. Il tocco è un cappello per cerimonia o appoggiato sul banco del magistrato durante una udienza.

In altri casi lo si può ritrovare:

  • Indossato dai magistrati del pubblico ministero per formulare le conclusioni al termine dell’udienza;
  • Indossato dal giudice al momento della pronuncia di una sentenza penale.

Il vero significato di questo cappello è ritrovato nella sua storia. Il simbolo della Laurea viene tramandato da generazione in generazione, trova spazio soprattutto negli Stati Uniti durante la cerimonia di chiusura e qui in Italia al raggiungimento di un traguardo.

Spesso e volentieri lanciato in aria, come atto di conquista. Il Tocco è chiamato a sigillare un patto, raggiungere un obiettivo che cambierà la vita di un individuo e comunicare alle persone quello che sta avvenendo.

Dove si compra il cappello dei laureandi?

Il tocco si acquista insieme alla toga costituendo l’abbigliamento accademico in ambito universitario. Assume forme diverse a seconda del Paese e dell’Università, ma in linea generale ha uno sviluppo in verticale con base di forma quadrata. Nei Paesi anglosassoni viene spesso indossato dai professori universitari.

Leggi anche: Ohana significato e particolarità, tutto quello che non sai

Un altra categoria di tocco è quella indossata dai cuochi (Toque Blanche). Ma dove si compra? Il cappello laureando una volta si ordinava ad un sarto e veniva realizzato su misura. Oggi, si può anche acquistare online e ha un prezzo che non supera i 20 Euro.

Il consiglio è di farlo realizzare dai sarti professionisti su misura, essendo un accessorio che resterà nel tempo e metterà l’accento su un momento importante della propria vita. Non solo, confezionandolo su misura si potrà avere un cappello adatto al proprio capo e corretto in termini di stile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *