17 Luglio 2024

Grazie ai fiori è possibile comunicare ed esprimere un messaggio senza nemmeno utilizzare le parole. Tutto ciò è possibile grazie al linguaggio dei fiori che assegna un significato preciso ad ogni fiore in base anche al colore. In un momento delicato di forte sofferenza come quello del lutto, utilizzare i fiori è sempre una buona idea per veicolare un messaggio di cordoglio e vicinanza. Tuttavia, come per tutte le cose, ci sono alcune regole di comportamento che vale la pena rispettare per evitare brutte figure.

Le composizioni floreali per i funerali

Quando si parla di funerali, è bene sapere che ci sono alcune composizioni specifiche per questi eventi che la ditta di onoranze funebri a Milano ordina per conto della famiglia. Vale la pena conoscerle per non sbagliare e comunicare correttamente vicinanza alle persone che stanno affrontando il delicato momento del lutto.

Per iniziare, il cuscinetto copribara è una composizione di fiori recisi che viene sistemata sopra la cassa dove viene riposto il corpo del defunto. Solitamente, questo tipo di composizione viene ordinata dai familiari più stretti del defunto tramite la ditta di onoranze funebri a Milano che ha una fioreria di fiducia per avere tutte le decorazioni che servono in tempi brevi.

Un’altra composizione molto comune che è facile vedere durante i funerali prende il nome di corona. Sono spesso utilizzate per fare le condoglianze. Naturalmente, prendono questo nome perché i fiori recisi vengono organizzati su un supporto rotondo sono spesso un regalo da parte di parenti e amici più stretti e spesso hanno un nastro proprio per indicare da chi sono stati inviati.

Sebbene il cuscinetto e le corone di fiori siano le composizioni floreali più comuni durante un funerale, ne esistono comunque delle altre da conoscere. Naturalmente, si può sempre fare ricorso al classico mazzo di fiori recisi. In occasione dei funerali, è anche possibile sistemarli all’interno di una cesta.

Per i funerali è sempre una buona idea regalare una pianta in vaso perché possa vivere e crescere ricordando in maniera amorevole la persona che è avvenuta a mancare. Occorre quindi prediligere quelle piante longeve e facile da tenere anche in appartamento.

I fiori da preferire per il lutto

Quando si parla di fiori per i funerali, ci sono davvero moltissime opzioni che si possono prendere in considerazione. Per iniziare, i gigli sono tra i fiori più utilizzati in assoluto perché eleganti e regali. I crisantemi sono da sempre considerati fiori per i funerali e la commemorazione dei defunti. In queste occasioni si utilizzano anche gladioli e garofani colorati se non si vuole stare sul classico bianco che simboleggia purezza d’animo e innocenza.

Naturalmente, con molti fiori è possibile esprimere affetto e amore partendo dalle rosee oppure si possono scegliere anche le orchidee. In molti funerali è facile vedere utilizzati anche dei fiori come le ortensie, da sole in vaso oppure recise affiancate ad altri fiori per rafforzare il significato. Giacinti, giaggioli e iris sono infine dei bellissimi fiori per gli allestimenti floreali di un funerale, da preferire in colore viola perché rappresentano ancora di più il ricordo e la vicinanza.

Infine, venne ricordare che esistono comunque delle eccezioni che permettono ad esempio di utilizzare altri fiori quando sono i preferiti della persona venuta a mancare.

Mai a mano, ma spediti

Dopo aver capito quali sono le composizioni più utilizzate e i fiori da preferire , meglio dare ancora qualche indicazione in più per non sbagliare. È considerato scortese portare i fiori a mano al funerale e consegnarli ai parenti della persona venuta a mancare. L’ideale sarebbe farli spedire a casa o, meglio ancora, direttamente in chiesa dove sarà compito della ditta di onoranze funebri a Milano occuparsi della loro gestione. Naturalmente, possono anche essere portati a mano e sistemati insieme a tutti gli altri fiori.

Generalmente, vengono portati all’interno della chiesa per la cerimonia funebre vera e propria. In un secondo momento, gli addetti delle pompe funebri li spostano con i loro mezzi presso il cimitero dove avviene la sepoltura, probabilmente il momento più toccante di tutto l’intero funerale perché è davvero l’ultimo saluto che si fa alla persona venuta a mancare.