18 Aprile 2024
arredamento-shabby

Un arredamento shabby rimanda al romantico, con una nota vintage e il recupero di alcuni elementi che vengono riportati in vita da mani sapienti. Un arredo di questo tipo richiede competenza, passione e genialità.

Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche dell’arredamento shabby e gli errori da non commettere.

Consigli per arredare shabby

Un arredamento shabby è particolare e deve essere studiato nei minimi dettagli. Per questo motivo ci sono delle caratteristiche essenziali da prendere in considerazione:

  • Colori

I colori dello stile shabby chic sono pastello, “sporchi” e che rimandano ad un vintage ricercato. È consigliato usare il bianco in tutte le sue sfumature, l’azzurro e il rosa confetto.

Le nuance sono molto particolari e devono conferire agli arredi un aspetto vissuto, ma sempre molto ricercato e particolareggiato dagli elementi.

  • Mobili

I mobili per arredare shabby devono essere di recupero e rigorosamente bianchi. È bene ricordare che questo stile si suddivide in altre categorie, per questo motivo è indicato valutare il tipo di arredamento che si desidera per poi adattarlo alla nuova casa. In linea generale, la verniciatura deve essere rovinata lasciando intravedere il legno vivo.

  • Pareti

Le pareti in una casa con questo stile adottano tinte neutre come il bianco, crema e tortora. Per chi ama osare, la carta da parati è ottimale per rendere l’ambiente ancora più romantico.

  • Pavimenti

Per i pavimenti si può utilizzare il cotto, il parquet oppure piastrelle con una nuance neutra come grigio chiaro e beige. Un consiglio: meglio dare un piccolo contrasto tra colore del pavimento e quello della parete, così che non risulti ridondante.

  • Porte

Le porte interne adottano lo stesso stile dei mobili, con un colore bianco di base che man mano viene antichizzato facendo emergere il legno vivo sottostante.

Leggi anche: Pulire le porte in legno senza rovinarle

  • Finestre

Le finestre sono ampie e permettono alla luce di filtrare durante le ore del giorno. Il colore ideale è sempre il bianco, ma nulla vieta di creare un contrasto armonioso con tinte pastello

  • Tessuti e tende

Un arredamento in stile shabby si impreziosisce di tessuti e tende, rigorosamente in cotone o lino grezzo. Non mancano i dettagli in pizzo o bordi realizzati a mano: il tutto per conferire alla casa una aspetto romantico e antico.

  • Cucina e camera da letto

La cucina e la camera da letto sono le zone principali di una abitazione. Il mood da seguire è sempre lo stesso, cercando di attirare l’attenzione grazie a complementi d’arredo tipici in cotone e lino. Via libera ai colori neutri arricchiti con stampe a righe o fiori eleganti (rose, tulipani e peonie).

Un consiglio? Gli esperti invitano le persone amanti di questo stile di rovistare nelle cantine delle nonne e tra i mercatini dell’usato alla ricerca di elementi inediti (tavoli, lanterne, testiere del letto e così via dicendo).

Arredamento shabby: quali sono gli errori da evitare?

Ci sono degli errori banali che in un arredamento shabby non devono essere commessi:

  • Evitare i colori vitaminici, accesi e caotici
  • Evitare di accostare elementi che siano diversi tra loro, rompendo equilibrio e armonia;
  • Non aggiungere complementi d’arredo moderni;
  • Preferire mobili e oggetti usati, rimessi a “nuovo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *