17 Luglio 2024
collari-per-cani-caratteristiche

I collari per i cani si differenziano a seconda delle caratteristiche, taglia e tipo di conduzione dell’amico a quattro zampe. Questo non è solo un accessorio moda, ma uno strumento per fare in modo che il cane possa essere condotto al guinzaglio in maniera totalmente sicura (soprattutto per lui).

Il collare non deve essere troppo stretto per evitare problemi di respirazione, dermatite o caduta del pelo: verificare sempre che ci sia uno spazio di due dita tra collo e collare. Allo stesso tempo, non dovrà essere troppo largo altrimenti il cane potrà sfilarselo e correre in mezzo alla strada rischiando la sua vita.

È fondamentale che l’amico a quattro zampe si abitui al collarino sin da cucciolo, ed è essenziale che il suo conduttore lo tenga al guinzaglio così da controllare i suoi gesti e i suoi istinti.

L’educazione del cane è data anche da una conduzione corretta, con l’empatia che si crea. Ma il nostro amico animale dovrà avere il tempo di abituarsi al suo accessorio, cercando di aiutarlo nell’impresa con un biscotto o con i suoi giochi preferiti.

Scopriamo insieme tutte le caratteristiche che devono avere i collari per cani.

Come scegliere la taglia del collare per cani?

In commercio ci sono tantissimi collari per cani, di ogni misura e materiale. Ovviamente questo accessorio è da scegliere in base alle esigenze del proprio amico a quattro zampe.

Leggi anche: Animali con la C, quali sono e caratteristiche

Per i cani di piccola taglia, meglio optare per un accessorio leggero e morbido per non appesantirlo e affaticarlo. Un cane di taglia media potrà variare in taglie e materiali, considerato che ha una maggiore forza come i cani di taglia grande. Questi ultimi devono avere dei collari forti, perché la loro forza potrebbe spezzarlo.

Il consiglio è di chiedere ad un esperto del settore, che possa guidare alla scelta e trovare l’accessorio più adatto alle proprie esigenze.

Collari per cani, quali sono i materiali?

I materiali di un collare per i cani sono differenti, ma non è una questione solo di estetica perché deve essere scelto soprattutto in base alle esigenze dell’amico a quattro zampe e del suo umano.

Collare di pelle

I collari in pelle – o ecopelle – sono resistenti e studiati per durare nel tempo. Appena comprato può risultare molto rigido e duro, ma con il tempo prenderà la forma del collo e si ammorbidirà lentamente.

È consigliato per i cani a pelo medio/corto, mentre per quelli a pelo lungo è bene prevedere il modello bombato in cuoio. Questo accessorio non deve mai essere sottovalutato, creando un legame tra cane e conduttore.

Una sicurezza durante le passeggiate, con un prodotto nuovo senza crepe e tagli. Una attenzione particolare alle fibbie e agli anelli che dovranno essere saldi, arricchiti da una piastrina con tutti i dati del cane e il numero di telefono di riferimento.

Per prendere bene le misure prima dell’acquisto, basterà considerare la circonferenza del collo tenendosi “larghi”.

Collare di nylon

Un’altra tipologia di collare per cane è in nylon, ideale per resistere a tutte le condizioni climatiche e alle temperature estive. È consigliato per tutti i cani potenti e agitati, acquistandolo su misura e regolandolo secondo necessità.

Il materiale è indicato per limitare i movimenti agitati del cane durante le passeggiate, senza fargli male o compromettere il suo respiro. Possiede un design delicato e semplice, con una scelta di tantissimi modelli che ci sono a disposizione. L’acquisto dovrà ricadere solo su prodotti di altissima qualità e brand internazionali, così che sia sicuro e durevole nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *