13 Aprile 2024
organizzare-un-trasloco

Organizzare un trasloco senza stress è uno dei desideri maggiori di ogni persona. Secondo alcune stime, questo è il momento della vita che incute maggiore ansia e preoccupazione. Non solo per la fatica, ma anche per la programmazione e il dover tenere tutto sotto controllo.

Cambiare casa è un evento eccitante, ma è proprio la novità ad aumentare lo stato di stress e ansia. Tra imballaggi, aziende di traslochi e il passaggio alla nuova abitazione diventa tutto molto difficile da gestire.

È possibile organizzare un trasloco senza stress? Ecco i consigli degli esperti.

Organizzare un trasloco, consigli e suggerimenti

Il momento del trasloco è unico, si inizia a cambiare vita oltre che la casa e il quartiere (se non città o Paese). In ogni caso è un momento di grande tensione, stress e richiesta di organizzazione precisa. Di solito, ci si avvale di aziende professioniste ma tutta la parte precedente deve essere pensata e messa in atto nei tempi giusti. Ognuno vive il trasloco in maniera personale, ma ci sono alcuni consigli e suggerimenti che potrebbero fare la differenza.

Liberarsi di tutte le cose superflue

Il trasloco deve essere visto come un qualcosa di positivo che accade nella propria vita. Per questo motivo è un momento utile per svuotare armadi, cassetti, cantina e mansarda buttando via il superfluo. Negli anni si accumulano oggetti e ricordi, alcuni dei quali da eliminare in quanto non più utili. Quante volte non ci si ricorda di possedere vestiti, libri o regali sbagliati? Inutile portare tutto nella nuova casa, approfittando del momento per eliminare e alleggerire gli scatoloni che si stanno preparando.

Organizzare gli imballaggi stanza per stanza

Il trasloco è un vero e proprio caos, soprattutto se si ha una casa grande con più stanze a disposizione. Gli esperti dell’ordine suggeriscono di organizzarsi per stanze: suddividere ed etichettare gli scatoloni così che abbiano già la loro destinazione prestabilita. Un esempio? Prodotti per il bagno, accessori della camera da letto, utensili da cucina e così via dicendo.

Preparare gli scatoloni senza una logica non porterà a nulla, se non ad un doppio caos da gestire dalla casa vecchia all’abitazione nuova. Il trasloco, infatti, deve essere valutato non solo in uscita ma anche in entrata. Non è una azione che si risolve una volta lasciata la vecchia casa, perché nella nuova sarà tutto da sistemare e togliere dagli scatoloni.

Utilizzare le valige per i vestiti e accessori

Pensare ad un trasloco non è molto diverso dall’organizzazione di un viaggio. Si sistemano tutte le cose personali in modo da ritrovarle velocemente, pronte all’uso. Per questo motivo i vestiti e gli accessori potranno essere riposti direttamente all’interno di trolley e borsoni: la biancheria verrà protetta dalla polvere, i vestiti saranno suddivisi dagli accessori e si ridurranno i rischi.

Imballare mobili con i vestiti all’interno

Una alternativa a quanto sopra è un metodo dei professionisti del settore. Vestiti e accessori vengono lasciati all’interno di armadi e cassettiere che non vengono smontati. Basterà preservare gli indumenti e gli accessori con gli appositi imballaggi di plastica, sigillare le ante con il nastro adesivo e trasportare il tutto nella nuova casa.

Leggi anche: Come arredare un soggiorno moderno?

Attenzione agli oggetti fragili e preziosi

Una attenzione particolare a tutti gli oggetti preziosi e fragili, che potrebbero rompersi durante il trasloco. Il consiglio è di optare per contenitori appositi, imballando con l’aiuto di giornali e pluriball per attutire e ridurre gli urti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *