18 Aprile 2024
benefici-cavolfiore

I benefici del cavolfiore sono tantissimi, ed è inoltre un ortaggio che piace a tutti senza alcuna distinzione. Le sue particolarità lo rendono ottimo con ogni tipo di ricetta, ricco di nutrenti e vitamine.

Ci sono diverse tipologie di cavolfiore, con colori differenti che possono regalare caratteristiche importanti. L’infiorescenza è la parte commestibile dell’ortaggio ed è un ortaggio versatile: si può cucinare in mille modi diversi, ognuno dei quali con gusto e fantasia in cucina.

Scopriamo insieme le caratteristiche e i benefici del cavolfiore?

Che cos’è il cavolfiore?

Il cavolfiore è un ortaggio che appartiene alla famiglia delle Brassicace (la medesima dei cavoli). La sua infiorescenza è caratterizzata dalla sua testa a palla con tantissimi piccoli peduncoli fiorali.

Il suo periodo di maturazione varia a seconda della tipologia, alcune infatti sono molto precoci e vengono già raccolte nel mese di ottobre. Altre vengono raccolte nel mese di dicembre e poi ci sono delle varietà che possono essere raccolte a febbraio o maggio.

Leggi anche: Quali sono i benefici della mela?

In Italia, in particolare, vengono coltivati nelle Regioni centro meridionali. Il suo nome deriva dal latino caulis – floris (fusto-fiore) ovvero la parte che viene usata in cucina. Tra le sue caratteristiche, il suo odore non propriamente piacevole quando viene cotto: questo è dovuto ai gas emessi durante la cotture, contenuti all’interno dell’ortaggio.

Cavolfiori colorati, caratteristiche

Come anticipato, ci possono essere differenti tipologie di di cavolfiore. Per scoprire i benefici cavolfiore è bene conoscere anche i colori con la quale si possono presentare oltre al classico bianco:

  • Verde, chiamato anche cimone con la caratteristica delle sue foglie che restano compatte e non si schiudono. È ricco di clorofilla e vitamine;
  • Giallo e tra i benefici cavolfiore che regala troviamo un ricco apporto di betacarotene. Questo è un antiossidante essenziale per il benessere della pelle e degli occhi;
  • Viola, esteticamente molto particolare essendo un incrocio tra broccolo e cavolo comune. Tra le sue caratteristiche, il ricco apporto di antociani e carotenoidi essenziali che svolgono l’azione attiva di antiossidanti.

Benefici del cavolfiore

Come anticipato, i benefici del cavolfiore sono tantissimi. Prima di tutto non contiene grassi ma ha un ricco apporto di fibre, che favoriscono il corretto funzionamento dello stomaco (contrastando la stitichezza).

Questi ortaggi sono inoltre molto conosciuti per il loro basso apporto di grassi, alto di acqua e in generale di vitamine e sali minerali. Ci sono anche alcuni aminoacidi che sono ottimali per combattere l’ipertensione e mantenere uno stile di vita sano.

Inoltre:

  • il cavolfiore ha un potere saziante nonostante le sue pochissime calorie, indicato anche in caso di diabete e pressione alta;
  • È un alleato contro glicemia e colesterolo, grazie al ricco apporto di vitamine che sono presenti al suo interno;
  • Ottimali per il cervello, questo è un ortaggio che ha tantissime proprietà e contiene la colina (Vitamina J – similare a quelle del gruppo B). È un ricostituente naturale che serve a rafforzare il cervello e le sue funzioni. Non solo, mangiato in gravidanza è ottimo per sviluppare al meglio le funzioni di apprendimento e memoria.