19 Maggio 2024
central-labret

Il central labret è uno dei piercing più amati, in posizione strategica e atto a comunicare la sua idea di ribellione, stravaganza e anticonformismo. Non tutti possono portare un piercing con stile, trattando loro con attenzione e riservato le giuste cure alla pelle.

In questo caso parliamo di un piercing al labbro inferiore, con un fascino punk che non passa di certo inosservato. Scopriamo insieme come si fa, quali sono i rischi e le curiosità in merito al central labret.

Cos’è il central labret?

Il central labret è un piercing al labbro inferiore, sulla parte centrale. È uno stile di vita punk, anticonformista e particolare. Un gioiello che identifica il proprio carattere, impreziosito da un anello che abbraccia il labbro inferiore in verticale. Il foro viene effettuato da un esperto all’interno della bocca.

Ovviamente, questa è una parte del corpo altamente sensibile ed è necessario recarsi presso un negozio abilitato e certificato. È assolutamente vietato il metodo fai da te, considerando che la zona deve essere trattata con delicatezza e con le cure necessarie per evitare infezioni di ogni tipo.

Come si fa il central labret?

Come anticipato, il central labret è un tipo di piercing che viene effettuato al centro del labbro inferiore. Fa male? Non è facile rispondere a questa domanda, infatti dipende moltissimo dal soggetto interessato oltre che la mano del piercer.

È una parte del corpo altamente delicata, dove sono presenti moltissime terminazioni nervose anche se moltissime persone hanno testimoniato non essere così doloroso e fastidioso.

Chi ha provato questo genere di piercing concorda sul fatto che sia tollerabile, con manifestazione di leggero bruciore al momento della foratura del labbro. In generale, il central labret fa molto meno male del piercing alla lingua e quello all’ombelico (per alcuni anche meno di quello al naso).

Leggi anche: Che cos’è il watercolor tatoo?

Il processo di guarigione del piercing al labbro inferiore centrale richiede sino a 3 mesi. Il piercer professionista infila il gioiello, aggiungendo o meno delle palline; una volta infilato non dovrà essere cambiato se non a completa guarigione. Nel frattempo, si chiede la massima cura e disinfezione del piercing con l’aiuto di soluzione salina acquistata in farmacia.

Il prodotto deve essere applicato con l’aiuto di cotton fiocc o dischetto di cotone direttamente sulla ferita. Nei giorni successivi alla foratura, meglio evitare di baciare, fumare, masticare chewingum o giocare con il gioiello onde evitare delle infezioni o l’apertura della ferita.

Sarà inoltre molto importante lavarsi le mani tutte le volte che si andrà a toccare il piercing. Il piercer spiegherà tutto ciò che è necessario fare per la salvaguardia della ferita, ed è consigliabile seguire le sue istruzioni.

Curiosità sul piercing al labbro

Alcune persone si chiedono che il piercing al labbro possa o meno lasciare il segno, una volta tolto. Con il central labret non ci sono rischi, soprattutto se si segue alla lettera quanto illustrato dal piercer.

Tutto cambia a seconda del soggetto interessato, ma in linea generale sarebbe meglio non fare questo piercing in caso di ipersensibilità alla pelle o tendenza ad allergie/febbri.